Pietre d'Inciampo

L'artista berlinese Gunther Demnig con ormai oltre 61.000 pietre in 22 paesi e centinaia di Comuni ha dato vita ad un vasto e capillare monumento antifascista che invita il passante a fermarsi, a leggere e a non dimenticare questi cittadini vittime della deportazione.

Che cos’è una Pietra d’Inciampo? Si tratta di una piccola targa in ottone a scopo commemorativo posta su un sanpietrino, che l’artista posa in memoria delle vittime del fascismo e nazismo, davanti all’ultima abitazione scelta liberamente.

Il progetto nella provincia di Reggio Emilia è promosso da Istoreco e vede coinvolti istituzioni, scuole e associazioni.

Le pietre attualmente posate nel nostro Comune, in collaborazione con l'ANPI locale, ricordano i deportati santilariesi e calernesi che non fecero ritorno: Bruno Veloci, Carlo Braglia, Rolando Rosi, Aronne Maccari, Remo Bertani, Aronne Oliva, Bruno Magnani, Arnaldo Pastarini.

Questa pagina ti è stata utile?