Salta al contenuto

Messaggio alla cittadinanza del sindaco Perucchetti (21 ottobre)

Data:

21-10-2020

Care cittadine e cari cittadini,
in questi momenti difficili dove dobbiamo tutti confrontarci con l’epidemia ancora molto attiva, desidero farvi giungere alcune informazioni e parole di vicinanza.

Dico subito che l’Amministrazione Comunale apprezza il comportamento rigoroso di grandissima parte della cittadinanza e, dagli ultimi 3 mesi fino ad oggi, ciò è anche confortato dai numeri bassi di positività al virus riscontrata.
Ma non ci possiamo illudere e mai come ora dobbiamo alzare la guardia sulla prevenzione. Abbiamo le prove scientifiche che mascherina, distanza e igiene ci salvano.

Sostanzialmente portare la mascherina è un obbligo di prevenzione e di rispetto per il prossimo: evitiamo in modo assoluto gli assembramenti, a tutti i livelli.

E’ ripresa l’attività scolastica, sia quella dell’infanzia che quella dell’obbligo: lo sforzo straordinario dell’Istituzione scolastica, del Comune, delle famiglie e la buona condotta di bambini e ragazzi sta consentendo lo svolgersi regolare delle lezioni, sia pur con qualche precarietà cui si sta facendo fronte quotidianamente.  
Analogamente stanno funzionando di nuovo i servizi per gli anziani, debitamente monitorati.
E così pure per la cultura che programmerà il ritorno di alcune piccole iniziative seguendo i canoni stabiliti per la sicurezza.

E’ pure ripresa l’attività economica a livello industriale e commerciale. È comprensibile che ci vorrà del tempo per un recupero di produttività, ma sembra scongiurato un nuovo lockdown e c’è speranza di mantenere l’attività.
Qualche limitazione governativa interessa la ristorazione, anche se non si impone nessuna serrata.

I lavori pubblici hanno subito contraccolpi pesanti soprattutto per la dilatazione dei tempi di consegna. Ciò nonostante si è realizzata, ad esempio, la messa in sicurezza di via Gramsci, come da programma.

Per l’ordine e la sicurezza ci sono problemi sul nostro territorio, soprattutto in alcune zone di Calerno per un mancato rispetto delle regole di convivenza civile: unitamente alle Forze dell’Ordine, l’Amministrazione non sta lasciando nulla di intentato per risolvere i problemi, sempre seguendo la strada maestra della legge.

Vi terrò aggiornati sugli sviluppi delle tematiche che coinvolgono la cittadinanza: riguardano, in particolare, la sicurezza e l’organizzazione dei servizi territoriali.
Abbiamo superato un primo periodo molto critico, contiamo sulla collaborazione di tutti. Con l’esperienza acquisita, la calma e la razionalità affrontiamo sereni questa nuova prova.

Un caro saluto.

Il sindaco di Sant’Ilario d’Enza
Carlo Perucchetti

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

05-12-2021 10:12

Questa pagina ti è stata utile?